SmartWood

Il legno traccia la via per il futuro

All’inizio erano i rudimentali ripari di tronchi e foglie dell’uomo primitivo. Poi fu la volta delle capanne e delle prime, semplici case, che lasciarono il posto ai palazzi e alle dimore signorili, per arrivare fino ai giorni nostri, con costruzioni alte decine di metri, realizzate interamente in legno, che svettano nei cieli di Vancouver, New York, Berlino, Milano.

Il legno ha attraversato indenne i secoli, accompagnando fedelmente l’evoluzione dell’uomo, fornendogli calore, riparo, protezione, sicurezza. Aiutandolo migliaia, milioni di volte, a realizzare quello che da sempre è uno dei suoi traguardi personali più importanti: una casa. E se negli ultimi due secoli a volte ha dovuto fare un passo indietro, cedendo lo scettro a cemento, ferro e mattone, le cose stanno per cambiare nuovamente. E SmartWood è la parola chiave per comprendere questo cambiamento. 

Approcci diversi, direzioni opposte 

L’edilizia tradizionale è da anni in crisi profonda. Al contrario, il legno vive la sua ennesima rinascita, forse la più importante e ricca di consapevolezza della sua storia millenaria. In Italia, al centro di questo importante cambio di prospettiva c’è Lignius. Un polo catalizzatore, un centro di attrazione capace di aggregare attorno a sé le eccellenze produttive, progettuali e manufatturiere nel campo dell’edilizia sostenibile per sostenerle e valorizzarle, incrementando esponenzialmente la loro visibilità, efficacia e capacità di incidere nelle dinamiche spesso mutevoli e imprevedibili del mercato.

Il sistema casa: una rete fittamente interconnessa di aziende, architetti, progettisti, artigiani, docenti, esperti di comunicazione, ognuno dotato di elevate competenze nel proprio campo ed in grado, con il suo lavoro, di aumentare il valore di tutti gli altri.

Dalla formazione alla promozione, dalla costruzione alla consulenza, il supporto di Lignius è uno stimolo costante al consolidamento e allo sviluppo di un settore, quello dell’edilizia sostenibile, che dopo un esordio fulminante ed una crescita altrettanto rapida, sta entrando nella piena maturità. 

La sinergia vincente 

La chiave del concetto SmartWood è riassumibile in una semplice parola: interazione. Tra i vari materiali da costruzione, solo il legno è in grado di interagire in perfetta sinergia con gli altri componenti di qualità e con le migliori tecnologie presenti sul mercato. Lignius coordina e valorizza una rete di competenze ad elevatissima qualità. Le aziende e i professionisti della rete sono accomunati da un approccio industriale che fa della precisione e degli standard qualitativi un punto di forza che nulla lascia al caso. In qualsiasi settore anche gli interpreti migliori, se non dialogano con gli altri, rischiano di fallire. Nel sistema Lignius, al contrario, ogni professionista ed azienda della rete interagisce con gli altri, moltiplicando esponenzialmente il livello qualitativo finale. Il legno, a differenza degli altri materiali, è in grado di fare sistema: zero complicazioni e massima qualità. Anche, e soprattutto questo, è SmartWood.

Al passo coi tempi, in armonia con la natura

Il legno ha saputo intelligentemente emanciparsi dallo stereotipo originario per adattarsi, grazie all’ottimo lavoro di progettisti, architetti e designer, a stili profondamente differenti. Oggi chi volesse costruire una casa in legno non ha che da scegliere: dagli edifici tradizionali, con tetto a due o quattro spioventi, alle linee più minimali e moderne, ogni tipologia architettonica è ampiamente rappresentata, con una serie infinita di varianti di configurazione interna ed esterna.

Il legno, oggi, fa tendenza. Ma non è certo negli aspetti più legati a mode o fenomeni passeggeri che sta il vero cambio di paradigma culturale. Abitare in modo sostenibile aiuta a soddisfare uno dei bisogni più profondi e radicati dell’uomo. Ricostruire il suo rapporto autentico con la natura.

Sentirsi parte integrante dell’ambiente che lo circonda, e non semplicemente dominatore o sfruttatore di risorse che, se utilizzate in modo dissennato o eccessivo, condanna ad un inevitabile esaurimento. Abitare SmartWood è un vero e proprio cambio di prospettiva, un cambio di mentalità che mette l’armonia tra uomo e ambiente, e non il profitto ad ogni costo, al centro della scena. 

L’ecologia economica

Ma è nel campo del risparmio energetico, che il legno può sfoggiare tutto il suo ampio repertorio di qualità. La casa sostenibile ha il legno al centro del suo progetto. E l’attenzione estrema al contenimento dei costi – economici e ambientali - permea e valorizza l’intero processo: dalla produzione del materiale stesso al risparmio distribuito lungo tutto l’arco di vita dell’edificio. Al giorno d’oggi produrre dieci chili di cemento ha un costo ambientale pari a nove chili di anidride carbonica immessi nell’atmosfera. Un metro cubo di legno, al contrario, è in grado di assorbire una tonnellata di co2, diminuendo drasticamente il suo impatto inquinante. Una volta costruita, una casa in legno è in grado di abbattere dal 60 al 90% dei costi di riscaldamento rispetto ad un edificio costruito in edilizia tradizionale: un risparmio doppio, visto che proprio grazie a queste caratteristiche, la casa in legno manterrà per sempre un valore di rivendibilità decisamente più elevato. Calore, atmosfera, risparmio, bellezza, durata, robustezza, intelligenza. Non c’è alcun dubbio. E’ decisamente un tipo Smart, questo Wood.

SmartWood
Foto: Adrià Goula
SmartWood
Foto: Adrià Goula
SmartWood
Foto: Adrià Goula