Preventivo Casa in Legno
Blog Case Prefabbricate

Mutuo casa: tutte le informazioni su costi, durata, requisiti e agevolazioni

Case Prefabbricate Blog di lignius.it
4.9/5
votato da 14 persone

Al giorno d’oggi per moltissime persone accendere un mutuo rimane ancora il metodo migliore per acquistare una casa.

Perché bruciare mese dopo mese i propri risparmi in un affitto quando spesso, ad una cifra solo leggermente superiore, è possibile puntare ad avere finalmente una casa di proprietà? In Italia il mutuo è la modalità di acquisto immobili più diffusa e spesso, documentandosi in maniera adeguata, è possibile ottenere interessanti agevolazioni. Scopriamo come.

L'Inps garantisce ai dipendenti pubblici con contratto a tempo indeterminato l'accesso a mutui di diversa durata (10, 15, 20, 25 e 30 anni) per acquistare case ancora da costruire, già costruite oppure per il terreno dove l'abitazione verrà costruita. La possibilità è garantita anche a tutti i pensionati, ma per gli over 65 la durata massima del mutuo è limitata a 15 anni.

Tasso fisso o variabile?

Le rate del mutuo casa andranno pagate ogni tre mesi e si potrà optare tra tasso fisso oppure variabile in base alle proprie esigenze. Per quanto riguarda il tasso fisso, la tabella seguente indica tutte le variazioni in base a durata del mutuo e percentuale di pagamento.

Durata <50% 50% - 80% >80%
10 anni 1,15% 1,33% 1,73%
15 anni 1,51% 1,69% 2,20%
20 anni 1,65% 1,83% 2,38%
25 anni 1,97% 2,03% 2,65%
30 anni 1,97% 2,03% 2,65%

Sul sito Inps è presente un’applicazione web per simulare in dettaglio un piano di ammortamento e poter così verificare in anticipo l’adeguata gestione del mutuo a lungo termine.

Rate, pagamenti e importo totale.

Il mutuo casa ha un importo massimo erogabile di 300.000 Euro. Le rate vanno pagate tramite addebito su conto corrente bancario o postale (tasso fisso) o tramite MAV (tasso variabile).

E se voglio chiudere in anticipo?

E’ possibile in ogni momento chiudere parzialmente o totalmente il mutuo in anticipo rispetto alla data programmata. In caso di tasso variabile non ci sono penalità di alcun genere, mentre se il tasso è fisso, pur rimanendo aperta la possibilità, i passaggi amministrativi sono più complicati.

Chi può accedere?

Per avere diritto all’accensione di un mutuo prima casa, sia il richiedente che i suoi familiari non devono essere proprietari di altre abitazioni in Italia. Fanno eccezione le abitazioni ottenute tramite donazione o successione ereditaria se non fruibili mediante usufrutto o abitazione da almeno 5 anni. L'altra variabile importante per accedere al mutuo prima casa è il reddito: porte chiuse per tutti i richiedenti con entrate inferiori all’importo annuale delle rate e pari alla metà delle reddito annuo del nucleo familiare. Conviene pertanto fare bene i calcoli onde evitare sprechi di tempo ed amare sorprese.

Quando presentare domanda?

Per il mutuo casa la domanda può essere presentata ogni anno per via telematica (sito Inps) nel periodo compreso tra il 15 gennaio e il 10 ottobre.