Si tratta di un procedimento che permette di visualizzare in un’immagine le ispersioni termiche di un edificio. La termocamera consente infatti la lettura delle radiazioni emesse nella banda dell'infrarosso da corpi sottoposti a sollecitazione termica. Con l’analisi termografica si possono evidenziare i punti deboli dell’involucro edilizio senza necessità di indagini invasive. L’edilizia energivora degli anni 80 e 90, ma anche una buona parte delle costruzioni recenti, non realizzate con i criteri di un’edilizia sostenibile, ne è piena. I punti deboli, chiamati anche “ponti termici” sono causa di umidità, muffe ed altri spiacevoli fenomeni di degrado edilizio che portano ad avere un ambiente interno malsano.

Le costruzioni ecosostenibili in legno, proprio per l’elevata qualità dei materiali e la particolare modalità costruttiva, hanno valori di dispersione termica assolutamente bassi sia a livello di pareti che di infissi. Ciò si traduce in un minor consumo di energia, con ovvio vantaggio economico, e in una notevole salubrità degli ambienti. 

LIGNIUS in 100 sec – Termografia: Mattone vs Legno
LIGNIUS in 100 sec – Termografia: Mattone vs Legno
LIGNIUS in 100 sec – Termografia: Come viene usata?