Una maratona di idee contro i cambiamenti climatici

Case Prefabbricate Novità lignius.it
lignius, case in legno, case prefabbricate in legno, clima, cambiamenti climatici, climathon, roma
0/5
votato da 0 persone

Organizzati in team interdisciplinari, i partecipanti a questa maratona di idee potranno lavorare gomito a gomito con esperti di aziende e istituzioni che faranno da “coach”

La quarta edizione di Climathon farà tappa anche a Roma, grazie alla collaborazione tra Comune ed ENEA. Per 24 ore, tra il 25 e il 26 ottobre, studenti, tecnici, imprenditori, professionisti, decisori politici e semplici cittadini potranno formulare proposte innovative per contrastare i cambiamenti climatici e rendere le nostre città sempre più sostenibili. Per partecipare occorre registrarsi entro la giornata di oggi, martedì 23 ottobre, sul sito climathon.climate-kic.org, indicando la “categoria” di appartenenza.

Organizzati in team interdisciplinari, i partecipanti a questa maratona di idee potranno lavorare gomito a gomito con esperti di aziende e istituzioni che faranno da “coach”. Oltre all’ENEA partecipano come partner dell’evento romano esperti di CNR, B-open, e-GEOS (ASI/Telespazio), Roma Startup e LazioInnova.

Al termine della manifestazione, le idee sviluppate dai diversi team saranno valutate dalla giuria del Climathon-Roma. Inoltre, il gruppo vincitore, sarà invitato a partecipare all’evento organizzato da Climate-KIC Italy l’8 novembre a Rimini durante Ecomondo, la fiera leader per l’area euro-mediterranea  nel settore della green e circular economy.

“Il Report IPCC sui cambiamenti climatici discusso nei giorni scorsi in Corea del Sud evidenzia che non possiamo permetterci un aumento globale della temperatura che oltrepassi +1.5°C, senza correre il rischio di innescare cambiamenti a lungo termine o addirittura irreversibili per il nostro pianeta”, spiega Gianmaria Sannino, responsabile del laboratorio di Modellistica climatica e impatti dell’ENEA. “Le grandi metropoli giocano un ruolo fondamentale nella corsa alla riduzione delle emissioni di gas serra e le relative azioni non possono non coinvolgere anche la gestione delle nostre città. In questo senso, iniziative come Climathon, possono contribuire a sensibilizzare decisori politici e opinione pubblica sui problemi relativi alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici per indurre comportamenti proattivi nella cittadinanza”, conclude Sannino.

L’edizione 2018 è di particolare rilievo per il nostro Paese in quanto ospiterà per la prima volta la sede principale dell’evento a livello mondiale, a Torino. Promosso da Climate-KIC, la comunità nata per sviluppare l’innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici e favorire lo sviluppo e la creazione di una società zerocarbon, Climathon 2018 coinvolgerà 120 città di 40 paesi in tutti i continenti. In Italia hanno aderito 15 comuni: Ancona, Bologna, Cagliari, Carpi, Ferrara, Lecce, Monastier di Treviso, Pesaro, Ravenna, Roma, Rovereto, Salerno, Sassari, Torino e Venezia.