10 05, 2017

Efficienza e rinnovabili per Italia più sostenibile

“Il futuro del settore energetico è legato al risparmio energetico, all’efficienza, alle fonti rinnovabili, all’innovazione: la strada per rispettare gli impegni assunti in Europa e alla COP21 di Parigi”. Lo afferma il presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci, come riporta l’agenzia di stampa Askanews, all’incontro ‘L’energia del futuro’ promosso dal gruppo Pd della Camera e dalla Fondazione EYU.

“In questi giorni in Italia - aggiunge Realacci - si sta discutendo della Strategia Energetica Nazionale. Per non nascere superata, come la precedente, la nuova SEN cui stanno lavorando i ministri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente, dovrà coinvolgere tutti i settori produttivi a partire dall’edilizia. Per questo ritengo che la consultazione pubblica sulla nuova SEN debba avere più tempo dei pochi giorni previsti, per permettere il coinvolgimento pieno del Paese”.

Per Realacci “molte cose nel mondo parlano di un futuro in cui sempre più efficienza e rinnovabili sono i driver del settore. Pochi giorni fa l ‘ Inghilterra, il primo paese ad aver impiegato il carbone nella produzione di energia elettrica, ne ha fatto a meno per un’intera giornata. E si annuncia il phase-out dal carbone entro il 2025”.

Secondo Realacci “per vincere la sfida del clima c’è un percorso che può tenere assieme la sostenibilità nella produzione di energia, il rispetto degli impegni contro i mutamenti climatici, con la certezza delle forniture e dei costi contenuti. Un percorso che può aiutare uno sviluppo più green e sostenibile e che può rendere il nostro Paese più competitivo e indipendente”.