10 07, 2017

Il settore immobiliare cresce lungo la Brebemi

Il 2017 è un anno importante per la A35 Brebemi: stanno proseguendo, rispettando le tempistiche, i lavori di realizzazione dell’Interconnessione tra A35 e A4 in corrispondenza di Brescia che verranno terminati entro la fine dell’anno favorendo l’utilizzo della A35 come autostrada direttissima per Milano per il traffico proveniente da Verona e dal Brennero. In concomitanza con l’apertura della Interconnessione saranno inaugurate anche le 2 aree di Servizio Adda Nord e Adda Sud realizzate e gestite con importanti player nazionali del settore, dove verranno valorizzati e venduti prodotti tipici del territorio e dove verrà impiegato personale locale, grazie agli accordi sottoscritti con i Comuni e i gestori delle aree.

Mentre i lavori di interconnessione proseguono, sempre più utenti di privati e aziende ogni giorno scelgono la A35 Brebemi. Segnali positivi infatti arrivano dai dati che riguardano i transiti lungo l’autostrada. L’intero territorio attraversato sta beneficiando di questa infrastruttura, in modo diretto e indiretto, tanto che lungo il percorso stanno nascendo importanti poli logistici tecnologicamente avanzati.

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, sulla base dei dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, ha analizzato l’andamento delle compravendite nelle grandi città italiane nel 2016. A livello nazionale le compravendite residenziali nel 2016 sono state 528.865 con un aumento del 18,9% rispetto al 2015. Per quanto riguarda la Lombardia rispetto al 2015 l’incremento delle compravendite residenziali è stato del +21,4%: la provincia di Bergamo ha registrato un aumento del +19,3%, la provincia di Brescia +23,5%. Le compravendite del comparto produttivo dal 2016 al 2015 hanno visto un aumento del +22,1% a livello nazionale; sul locale si registra: +19,5% in Lombardia, +4,4% intera provincia di Bergamo e +52,3% nell’intera provincia di Brescia. Pertanto, possiamo affermare che l’area servita da Brebemi dal punto di vista del settore immobiliare ha avuto segnali positivi quest’anno grazie anche alla maggior solidità della rotta.

“Nelle aree toccate dalla migliorata viabilità tra Milano, bassa bresciana e bergamasca si è verificato un aumento generale delle compravendite. Infatti si registra un incremento superiore alla media regionale nelle aree servite da Brebemi in particolare nelle zone di Romano di Lombardia (Bg), Rovato (Bs) e zone limitrofe, ma anche nell’area della così detta Corda Molle – sostiene Marco Anzini, Team Manager Tecnocasa per l’area Nord Est. Un miglioramento non solo a livello residenziale, ma anche per quanto riguarda le locazioni commerciali e artigianali, con una tendenza a privilegiare zone vicine a questa nuova direttrice che consente spostamenti rapidi tra Milano, bassa bresciana e bergamasca. Esempi concreti: nelle zone industriali di Montichiari e di Castenedolo sono in crescita gli acquisti di capannoni, infatti oltre ai prezzi bassi si segnala anche un apprezzamento delle aree per la facile raggiungibilità della Brebemi attraverso la Corda Molle. Anche Treviglio e Caravaggio, hanno avuto un notevole miglioramento grazie alla potenziata percorribilità, nell’area bergamasca, che ha agevolato le transazioni immobiliari sia non residenziali che residenziali. Quindi oltre a un notevole vantaggio per i trasporti, gli appuntamenti e, di conseguenza, per l’incremento del lavoro, ha aiutato molto tutti quei paesi che erano tagliati fuori da una buona viabilità e che ora stanno rifiorendo grazie ai nuovi collegamenti”.