Preventivo Casa in Legno
Blog Case Prefabbricate

Furti in casa: Come proteggersi dai ladri! Consigli utili

Case Prefabbricate Blog Casa Sicura di lignius.it
4.5/5
votato da 16 persone

Le case in legno hanno lo stesso livello di sicurezza degli altri edifici. Impariamo a gestire i punti deboli per una casa a prova di ladro.

Sicurezza in casa, un concetto ampio che comprende diversi aspetti: esso può infatti riguardare la salubrità degli ambienti, come anche la resistenza antisismica ed antincendio. Ma se pensiamo alla sicurezza in casa – e le case di legno non fanno eccezione - la prima cosa che ci viene in mente sono le misure anti ladro.

Quali sono i consigli per evitare le brutte sorprese?

Casa incustodita uguale bersaglio facile per i ladri. Come impedire le effrazioni? A volte bastano pochi buoni consigli per aumentare a sforzo zero la sicurezza della nostra casa: teniamo porte e finestre sempre ben chiuse, manteniamo buoni i rapporti con i vicini, spesso gli alleati migliori nel segnalarci malintenzionati che si aggirano nei dintorni della nostra abitazione, illuminiamo bene le zone esterne, in particolar modo gli accessi, e soprattutto non lasciamo mai le chiavi nascoste in posti assolutamente non sicuri. Spesso ciò che a noi sembra un nascondiglio intelligente ed originale si rivela un posto assolutamente ovvio in cui cercare per il ladro.

La Casa in Legno è meno sicura?

Le case in legno possono vantare un grado di robustezza pari a quello delle case in muratura. Le effrazioni avvengono quasi esclusivamente attraverso la forzatura di finestre o addirittura attraverso passaggi lasciati incautamente aperti. Non è perciò la robustezza della struttura in legno che deve preoccuparci – le pareti delle case in legno sono spesse mediamente attorno ai 35 centimetri – ma la resistenza alle effrazioni del nostro sistema di infissi. Spesso la differenza tra una casa violata e un mancato furto la fa proprio la qualità degli infissi.

Quali sono i punti deboli di una Casa?

Dotarsi di infissi certificati e quindi il primo passo verso la sicurezza. La normativa europea UNI ENV 1627/1630:2000 definisce sei differenti classi di omologazione degli infissi per quanto riguarda la sicurezza. Per un’abitazione privata le classi di omologazione che ci interessano sono quelle comprese tra la 2 (resistenza ai tentativi di scasso con attrezzi semplici) e la 4 (resistenza a scassinatori esperti e dotati di attrezzature come trapani, scalpelli, seghe, martelli ed accette).

Entrando nel dettaglio tecnico dell’infisso, sicuramente le vetrocamere stratificate antisfondamento sono le più robuste e sicure. Dotando la finestra di ferramenta speciale è possibile aumentare di molto la robustezza della stessa. Se l’area dove abitiamo è particolarmente soggetta a furti l’inferriata esterna, anche se esteticamente non sempre incontra il favore di tutti, può rivelarsi la barriera in grado di scoraggiare anche il ladro più incallito.

In ultima analisi la considerazione fondamentale è una sola: diffidate dei falsi miti. Le case in legno sono sicure, robuste e a prova di ladro come qualsiasi altra tipologia di edificio. Se volete aumentare il livello di sicurezza le vie sono sostanzialmente due: investire in un serio impianto d’allarme o di videosorveglianza oppure dotarsi di infissi ad alte prestazioni, in grado di opporsi con efficacia ai tentativi di effrazione.