Le quotazioni immobiliari aggiornate al 2° semestre

Case Prefabbricate Novità lignius.it
0/5
votato da 0 persone

Per conoscere la quotazione media al metro quadro di un immobilein una determinata zona basta collegarsi all’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Sono online le quotazioni immobiliari relative al secondo semestre del 2017. È possibile consultarle sul sito dell’Agenzia delle Entrate, oppure tramite l’applicazione per smartphone “OMI Mobile”. Le quotazioni Omi offrono un’indicazione dei prezzi al metro quadro per diverse tipologie di immobili, a partire dalle abitazioni.

LE QUOTAZIONI A PORTATA DI SMARTPHONE - Per conoscere la quotazione media al metro quadro di un immobile in una determinata zona, basta collegarsi all’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate ed effettuare una ricerca filtrando le informazioni in base al semestre e alla zona di riferimento. La ricerca è libera e può essere effettuata anche tramite navigazione su mappa, utilizzando il servizio GEOPOI®, il framework cartografico realizzato da Sogei.
Inoltre, digitando sul browser del proprio smartphone o tablet l’indirizzo http://m.geopoi.it/php/mobileOMI/index.php è possibile accedere anche in mobilità alla banca dati e visualizzare, con un semplice tocco, le quotazioni relative alla posizione in cui ci si trova. Cliccando sulla zona desiderata, infatti, si aprirà un popup in cui verranno visualizzate le informazioni presenti nella banca dati, come il valore minimo e il valore massimo al metro quadro per ogni diversa tipologia edilizia.

CONSULTAZIONE APERTA ANCHE AI SEMESTRI PRECEDENTI E AL DOWNLOAD - Sul sito delle Entrate è possibile consultare non solo le quotazioni dell’ultimo semestre, ma anche quelle precedenti, a partire dal primo semestre 2006.
Per gli utenti registrati ai servizi Fisconline ed Entratel, da ottobre 2016 è attiva, inoltre, la possibilità di scaricare gratuitamente le quotazioni immobiliari a partire dal primo semestre 2016. Questa operazione è disponibile solo previa autenticazione, per garantire una maggiore sicurezza degli accessi.