Nel panorama delle aziende familiari italiane, raramente si arriva con pieno successo alla terza generazione di imprenditori.

Baltur S.p.A., attiva da più di 60 anni, rappresenta in questo caso una felice eccezione. L'azienda fu costituita nel 1950 per iniziativa di due amici, Giuseppe Ballanti e Ferdinando Tura, che avevano saputo cogliere le opportunità di un mercato allora in rapida evoluzione per sviluppare le loro innovative idee nel settore del riscaldamento.

Perché una grande idea possa realizzarsi nel modo migliore, occorrono gli uomini giusti al momento giusto. Ed è a questo punto che le strade di Ballanti e Tura si incrociano con quella della famiglia Fava.

I fratelli Augusto, Lino e Arturo Fava già nel primo dopoguerra avevano affermato il proprio talento imprenditoriale, partendo da una piccola bottega artigianale e sviluppando in pochi anni una vera e propria leadership nel settore degli impianti per l'essiccazione di paste alimentari con l'azienda di famiglia, la Fava S.p.A.. E' proprio ad Augusto che nel 1961 Ballanti e Tura si rivolgono per proporre l'entrata in società al 50%.

Nel 1987 i Fava acquisiscono l'intero pacchetto azionario della Baltur S.p.A. e negli anni '90, sotto la presidenza di Gianni Fava (secondogenito di Augusto), l'azienda registra una crescita importante in Italia e all'estero. Cresciuti e formati nellesempio e nel senso del dovere trasmesso loro dal nonno Augusto prima e dal padre Enrico poi, Luigi e Riccardo costituiscono la terza generazione di imprenditori dei Fava: con la loro holding, Relfin S.r.l., hanno acquisito negli ultimi anni il controllo azionario di Baltur S.p.A. e Fava S.p.A.

Guardare e vivere l'azienda dal basso, dimenticando il cognome che si porta e imparando a capire i problemi e le complessità che quotidianamente si vivono, sono quello che Riccardo Fava chiama “farsi le ossa”: così è cominciata infatti nel 1988 la sua esperienza lavorativa, che gli ha permesso di mettere in campo le proprie competenze e capacità senza nessun “filtro protettivo” da parte della famiglia, situazione che lo ha aiutato a comprendere il significato delle parole responsabilità e dedizione. In seguito ricopre incarichi sempre più importanti, fino ad arrivare nel 1999 all'attuale ruolo di Vice Presidente, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Baltur. Anche per Riccardo Fava essere l'uomo giusto al posto giusto significa lavorare duramente e con passione, trasformando ogni sfida in un'occasione di crescita.