Preventivo Casa in Legno
Blog Case Prefabbricate

Bonus ristrutturazioni edilizie 2021: come funziona?

Case Prefabbricate Blog di lignius.it
risanamento casa
5/5
votato da 1 persone

Bonus ristrutturazioni edilizie 2021: è ancora possibile ottenerlo? L’ambita agevolazione sarà disponibile fino a dicembre 2021, salvo ulteriori proroghe.

Chi ha diritto al Bonus ristrutturazioni edilizie 2021?

In quest’ultimo periodo si parla spesso di Superbonus 110%, ma non si tratta della sola agevolazione esistente in campo edilizio. Fino alla fine del 2021 rimane infatti sicuramente in vigore il cosiddetto bonus ristrutturazioni che permette di detrarre il 50% delle spese sostenute entro l’anno. Ma chi può accedere all’agevolazione? I proprietari degli edifici innanzitutto, ma anche i coniugi separati, le persone che vantano sull’immobile diritti personali o reali di godimento, i conviventi o i familiari.

Quali sono gli interventi ammissibili al bonus ristrutturazioni edilizie 2021?

La gamma di lavori che possono rientrare nell’agevolazione è molto ampia. Con il bonus ristrutturazioni edilizie 2021 possiamo infatti effettuare, oltre ai lavori di ristrutturazione edilizia, anche interventi di restauro e risanamento conservativo e di manutenzione straordinaria. In queste tre macrocategorie rientrano moltissimi interventi: dalla costruzione di scale interne al miglioramento dei servizi igienici, dall’installazione di ascensori alla sostituzione degli infissi, dagli interventi di efficientamento energetico all’apertura di nuove porte e finestre, fino alla modifica della facciata, alla realizzazione di nuovi balconi o trasformazione della soffitta in mansarda. Tutto questo sia su case realizzate con materiali edilizi tradizionali, sia su case in legno.

E’ importante tuttavia ricordare che la volumetria dell’edificio deve assolutamente rimanere la stessa, come anche la sua destinazione d’uso.

Cosa bisogna fare per ottenere il bonus?

La procedura di accesso al bonus, al contrario del molto più macchinoso Superbonus 110%, è semplice. Nella dichiarazione dei redditi vanno innanzitutto indicati i dati catastali dell’immobile interessato dalla ristrutturazione. Se la legge lo prevede va inoltre effettuata una comunicazione preliminare all’ASL con indicati i dati del committente e dell’azienda costruttrice, unitamente a luogo e caratteristiche dell’intervento. Una volta ultimato l’intervento è necessario inviare all’Enea le informazioni relative ai lavori svolti, E assolutamente indispensabile inoltre conservare tutti i documenti relativi all’intervento, partendo dai bonifici, che dovranno essere del tipo “parlante”, ovvero contenenti causale del versamento, codice fiscale del beneficiario e codice fiscale o partita IVA della ditta costruttrice.

Bonus edilizi e molto altro su Lignius.it

Come avete potuto constatare leggendo il nostro articolo, non è sempre facile destreggiarsi tra le mille normative e regolamenti che disciplinano l’accesso ai bonus edilizi. Ecco perché poter disporre di un sito di riferimento dove reperire informazioni aggiornate e verificate è molto importante. Su Lignius.it trovi tutto ciò che riguarda l’universo della bioedilizia. Come accedere alle agevolazioni, certo, ma anche l’elenco delle imprese costruttrici più affidabili, le ultime novità del mercato, i prodotti di punta, moltissime guide ricche di spunti e informazioni e un aggiornatissimo blog con notizie, approfondimenti e curiosità sul mondo dell’edilizia in legno. Lignius.it è il portale leader della bioedilizia in Italia: vienici a trovare anche tu.