Preventivo Casa in Legno
Blog Case Prefabbricate

Quali certificazioni esistono per le Case in Legno? Te lo spieghiamo

Case Prefabbricate Case in Legno di lignius.it
4.5/5
votato da 74 persone

Spesso si sente parlare di prodotti, materiali e produzione certificati. Ma cosa significa certificazione? Ed essere certificati è realmente importante per chi costruisce una casa in legno? Dal punto di vista tecnico una certificazione è un documento, emesso da un ente specifico, che garantisce il superamento, da parte di un prodotto, processo di produzione o materiale, di una serie di controlli e valutazioni specifiche. Essere in possesso di una certificazione significa pertanto garantire la qualità di un prodotto, di un materiale o di un processo di produzione. Una sicurezza in più per chi acquista, un punto di forza in più da evidenziare per chi produce e vende.

Certificazioni: cosa sono e come funzionano

Spesso si sente parlare di prodotti, materiali e produzione certificati. Ma cosa significa certificazione? Ed essere certificati è realmente importante per chi costruisce una casa in legno?

Dal punto di vista tecnico una certificazione è un documento, emesso da un ente specifico, che garantisce il superamento, da parte di un prodotto, processo di produzione o materiale, di una serie di controlli e valutazioni specifiche. Essere in possesso di una certificazione significa pertanto garantire la qualità di un prodotto, di un materiale o di un processo di produzione. Una sicurezza in più per chi acquista, un punto di forza in più da evidenziare per chi produce e vende.

Nel settore delle case in legno esistono svariate tipologie di certificazioni, raggruppabili in tre grandi aree: certificazioni di produzione (legate ai processi e ai sistemi produttivi e costruttivi), certificazioni dei materiali (focalizzate sulla provenienza e sulla qualità degli stessi) e certificazioni di abitabilità (garanzie legate alla sicurezza, al comfort e alla solidità delle costruzioni).

L’azienda a qualità garantita: la certificazione Lignius

Da sempre estremamente attenta alla qualità, Lignius ha istituito un sistema di certificazione proprietario, strutturato su due livelli, per garantire efficienza e standard qualitativi elevati a tutte le sue aziende partner. Le aziende Lignius Certified Member sono sottoposte ad una certificazione dettagliata e rigorosa per quanto concerne le procedure di produzione, progettazione e messa in opera in cantiere, fino alla realizzazione finita degli edifici. Ogni azienda produttrice di case in legno è tenuta a fornire una documentazione completa delle proprie caratteristiche e tutte le certificazioni e i controlli di qualità produttiva cui è stata sottoposta. Il codice etico Lignius garantisce inoltre che gli alberi destinati alla produzione di case in legno da parte delle aziende partner provenga esclusivamente da colture in linea con le normative di tutela del patrimonio forestale.

La certificazione Lignius Partner è riservata alle aziende di filiera attive nel settore case in legno per quanto concerne la fornitura di prodotti e servizi per la bioedilizia.  Per ottenere questa certificazione l’azienda deve distinguersi nella produzione di materiali e sistemi pienamente compatibili con la tecnologia di prefabbricazione in legno.   Anche le aziende Partner devono fornire a Lignius le certificazioni di cui sono in possesso, descrivere in dettaglio i controlli produttivi cui sono sottoposte e dare evidenza concreta della qualità dei prodotti, della professionalità dei collaboratori e delle competenze specifiche sviluppate.

La produzione certificata

Professionalità delle maestranze, impianti produttivi a norma, processi di elaborazione e produzione: queste sono le tre macroaree oggetto delle certificazioni di produzione. A livello europeo il sistema di certificazione produttivo più conosciuto è senz’altro ETA (Benestare Tecnico Europeo). Le certificazioni ETA sono rilasciate da organismi territoriali indipendenti e focalizzati sulle singole tipologie di prodotto, denominati TAB (Technical Assessment Body). L’EOTA (European Organisation for Technical Approvals) è invece l’ente preposto al rilascio delle linee guida da seguire per ottenere la certificazione, dette ETAG.

Due sono le ETAG che interessano il settore delle case in legno. L’ETAG 007 (edifici costruiti con sistema a telaio) ed ETAG 012 (edifici realizzati con sistema blockhaus). L’ottenimento del certificato ETA è necessario per poter accedere al successivo rilascio della marcatura CE  dell’Unione Europea.

S.A.L.E., acronimo di Sistema di Affidabilità del Legno in Edilizia, è un sistema che unisce il controllo della qualità dei prodotti alle agevolazioni economiche. Le aziende certificate SALE possono infatti contare su particolari facilitazioni grazie agli accordi stretti con istituti di credito e compagnie assicurative.

LEED è un altro sistema di certificazione molto diffuso nel settore delle case in legno. Oggetto della certificazione, che copre l’intero processo, dalla progettazione alla realizzazione degli edifici, sono il grado di precisione nelle fasi produttive e di sviluppo progettuale, oltre alle prestazioni ecologiche degli edifici realizzati e il livello di competenza e aggiornamento dei professionisti impegnati.

Impossibile non citare, infine, le certificazioni ISO9001 e ISO14001, focalizzate in particolare sui sistemi di gestione qualità interni e sulla produzione

I materiali certificati

Nel settore delle case in legno questo tipo di certificazione garantisce in modo particolare che il legname utilizzato per la costruzione provenga da colture gestite secondo modalità ecologiche e sostenibili. Grazie  a severi e costanti controlli l’origine del legno è tracciabile in modo accurato ed il cliente ha la sicurezza che i processi di coltura, lavorazione e trasformazione siano contraddistinti da basso impatto ambientale e da ricadute economico-sociali positive. Le certificazioni più note in questo campo sono PEFC e FSC.

Certificare l’abitabilità

Prestazioni antisismiche, livello di consumo energetico, resistenza al fuoco: queste alcune delle caratteristiche della casa in legno oggetto delle certificazioni post-costruzione, altrimenti dette certificazioni di abitabilità.

ARCA, il primo sistema di certificazione pensato per le case in legno, prende in esame molti aspetti legati all’edificio costruito in bioedilizia: dalla salubrità degli ambienti al grado di sostenibilità dei materiali, dalla precisione dei processi produttivi al risparmio energetico, dal comfort al risparmio economico.

Passivhaus  è un sistema di certificazione particolarmente severo e focalizzato in modo particolare sul fabbisogno energetico della casa. La cosiddetta “casa passiva” è un edificio che si contraddistingue per livelli di consumo di energia elettrica, riscaldamento e raffrescamento estremamente bassi. La particolare conformazione della casa passiva permette infatti di sfruttare al massimo il calore immagazzinato. Spesso questo tipo di edifici è dotato di impianti autonomi per la produzione di energia.

CasaClima (Klimahaus) infine è un’agenzia indipendente con sede a Bolzano che rilascia certificazioni relative alle prestazioni energetiche degli edifici e alla loro sostenibilità ambientale secondo la Direttiva UE 2010/31.

Conclusioni

Dalla lettura dell’articolo una cosa è chiara: non esiste la certificazione universale. Dai materiali alla produzione, dal comfort alle prestazioni energetiche, dalla salubrità alla sicurezza antisismica o antincendio: ogni sistema di certificazione prende in esame aspetti e processi differenti. Il consiglio che possiamo darvi è quello di controllare sempre quali siano le certificazioni in possesso delle aziende alle quali volete affidare il vostro progetto. Pretendere qualità e serietà è un vostro diritto e le certificazioni possono essere una garanzia in più per il buon esito del vostro investimento.