Preventivo Casa in Legno

La Lombardia, il cuore del mercato immobiliare

Case Prefabbricate Novità lignius.it
lignius, case in legno, case prefabbricate in legno, mercato, immobiliare, lombardia
5/5
votato da 1 persone

Nel 2017 è la regione in cui sono stati scambiati più immobili e nel 2018 si sono registrati ulteriori segnali di crescita. Il territorio è particolarmente appetibile, anche per gli investitori stranieri

Dall’Indagine sulle economie regionali della Banca d’Italia emerge la leadership lombarda sul mercato immobiliare. Nel 2017 è la regione in cui sono stati scambiati più immobili e nel 2018 si sono registrati ulteriori segnali di crescita. Nel primo semestre, infatti, il numero complessivo delle compravendite di abitazioni è aumentato del 5,4 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Oltre la metà delle compravendite, come racconta il rapporto annuale dei dati statistici notarili, avviene al nord (55,39 %) con la Lombardia che rappresenta la regione nella quale sono stati scambiati più immobili. Solo nel primo semestre 2018 in Lombardia sono state registrate quasi 90 mila compravendite (20,22%), con il Piemonte che arriva a 43 mila (9,69%), il Veneto a 41 mila (9,28%), il Lazio a circa 38.300 (8,65%) e l'Emilia-Romagna a 34.200 (7,72%). Questi i dati ripresi nell'approfondimento settimanale di #LombardiaSpeciale.

MILANO SI CONFERMA LEADER E FA DA TRAINO - Certamente la presenza di una città come Milano, che sta vivendo un nuovo rinnovato splendore e si conferma leader in Italia sia nell'andamento dei prezzi che delle compravendite, è elemento fondamentale a far da traino al dato macro-regionale. Ed è proprio Milano, unica in Italia, a segnare una serie ininterrotta di rialzi a partire dal terzo trimestre del 2013 con una forte crescita (+21,2%) tra il 2017 e il 2018 nelle compravendite di piccole unità (meno di 50 metri quadrati).

251 INVESTITORI, LUSSEMBURGO E PAESI BASSI IN TESTA - Che la Lombardia sia un territorio 'appetibile' dal punto di vista del mercato immobiliare lo dimostrano anche gli ultimi dati diffusi dalla Camera di Commercio di Milano: sono infatti ben 251 le multinazionali del settore immobiliare ed edilizio che stanno investendo nell'area milanese, Monza e Lodi, per un business da 3 miliardi all'anno. Arrivano soprattutto da Lussemburgo (81, il 47%), Paesi Bassi (28, il 16%), Gran Bretagna (14, 8,1%), Svizzera (12, 7%), Germania (11, 6,4%), Francia (9, 5,2%). Da fuori Europa ce ne sono 3 dagli Stati Uniti, 2 dal Qatar e una dal Libano. La maggior parte ha interesse per il centro di Milano, ma sei multinazionali stanno investendo a Monza e una anche a Lodi.